giovedì 20 dicembre 2012

Profezia Maya, annunciato suicidio di massa

 Manca solo più un giorno alla fatidica data del 21 dicembre 2012 in cui, secondo le varie interpretazioni attribuite alla profezia dei Maya, la civiltà dovrebbe finire. E il panico si scatena sotto varie forme. Il social più conosciuto al mondo, Facebook, diventa il veicolo di condivisione di paure e presentimenti che sfiorano la pazzia. Come nel caso di questo suicidio collettivo.
Cresce il panico in Argentina dove le autorità hanno deciso che tra oggi e domani le forze dell’ordine chiuderanno la circolazione in una zona della provincia di Cordoba, dopo il post comparso su Facebook da parte di un gruppo di 150 persone per portare a termine «un suicidio di massa» nell’area. «Invitiamo tutti i credenti, esseri e guerrieri della luce, a un suicidio spirituale in massa presso l’Uritorco, Cordoba, Argentina. Abbandoniamo questa carne impura e  trasportiamo il nostro spirito attraverso il portale interdimensionale alle 21 ore e 12 minuti del 21/12/2012. In questo modo saremo l’esercito della luce che salverà l’umanità»

Dopo la comparsa del post, le autorità che vigilano sulla collina di Uritorco, noto centro per la meditazione che ogni anno attrae una grande quantità di persone proprio per meditare, hanno dichiarato «Per quei giorni chiederemo la collaborazione del ministero della Sicurezza di Buenos AiresPuntiamo a bloccare soprattutto i sentieri per arrivare alla cima della collina».
Sinceramente se questo fatidico 21 dicembre si desse una mossa ad arrivare, vivremo tutti più tranquilli. Il calendario Maya finisce perché comincia un nuovo ciclo non perch sparirà la civiltà. Almeno lo spero.