sabato 5 settembre 2015

Migranti in bus arrivano al confine ungherese: Austria e Germania aprono le frontiere

Austria e Germania permetteranno l'ingresso nel loro territorio ai migranti e i rifugiati presenti in Ungheria. Lo ha annunciato il cancelliere austriaco Werner Faymann, sulla sua pagina Facebook. 
 TREMILA A VIENNA Nella stazione Westbahnhof di Vienna sono attesi quattro treni con mille migranti a bordo. Lo ha annunciato il portavoce della polizia, Roman Hahslinger, all'APa. Intorno alle 12 allo scalo ferroviario erano già arrivate 3.000 persone. Secondo la fonte, «la situazione è tranquilla ed ordinata».   


«Dopo un colloquio con il primo ministro ungherese Viktor Orban e in coordinamento con la cancelliera tedesca Angela Merkel», Faymann ha dichiarato che «a causa dell'attuale situazione al confine ungherese, Austria e Germania acconsentono in questo caso a un proseguimento nei loro paesi del viaggio dei rifugiati», si legge sulla pagina facebook.com/bundeskanzlerfaymann. «Al contempo - prosegue il post -, ci aspettiamo che l'Ungheria rispetti i suoi obblighi europei, compresi quelli derivanti dalla convenzione di Dublino; ci aspettiamo dall'Ungheria la volontà di adempire agli oneri esistenti, sulla base dei programmi proposti dalla Commissione europea: l'equa distribuzione dei profughi e il meccanismo di emergenza previsto, a cui noi oggi contribuiamo».  Intanto, dopo la mossa a sorpresa dell'Ungheria di fornire pullman ai migranti, da giorni alla stazione Keleti di Budapest, alcuni di loro stanno iniziando ad arrivare al confine austriaco. Nel frattempo, Vienna ha già fatto sapere che consentirà ai rifugiati di viaggiare fino alla Germania. Ad annunciare la decisione del governo ungherese di mandare i pullman dai migranti è stato proprio il gabinetto del premier Viktor Orban a seguito di una riunione di emergenza.  Oltre alla stazione della capitale ungherese, dove da giorni oltre duemila rifugiati erano in attesa di treni per l'Austria, è stato stabilito che i pullman trasportassero anche le tante di persone che ieri hanno deciso di iniziare una vera e propria marcia a piedi fino all'Austria. Nella notte, il cancelliere austriaco, Werner Faymann, aveva già fatto sapere che ai rifugiati che stavano cercando di lasciare l'Ungheria alla volta di Austria e Germania sarebbe stato consentito l'ingresso nei due Paesi. Faymann, citato dall'agenzia di notizie Apa, ha anche sottolineato che la decisione è stata presa insieme alla cancelliera tedesca, Angela Merkel.