martedì 6 agosto 2013

STRAGE BUS, MAMMA CLORINDA SI SVEGLIA DAL COMA E CHIEDE DELLA FAMIGLIA: "TUTTI MORTI"

Ha vissuto una vera e propria tragedia e non se n'è resa conto. Ha rifiutato di farsi operare ed ha chiesto di tornare a Napoli dove le è stato detto che sono ricoverati i suoi familiari Clorinda Iaccarino, la 44enne sopravvissuta all' incidente stradale del pullmann turistico precipitato il 28 luglio dal viadotto di Monteforte Irpino (Avellino), che ha provocato 39 vittime.

La donna non sa che il marito, Antonio Del Giudice, 51 anni, e Silvana, la figlia 22 enne, hanno perso la vita nell'incidente. Dopo essere stata uscita sabato scorso dal coma farmacologico in cui era stata tenuta precauzionalmente, Clorinda vive uno stato crescente di agitazione dovuto al fatto di non conoscere le condizioni dei familiari che erano con lei sul bus della morte. Ai medici del reparto di rianimazione, anche stamattina, ha chiesto di essere dimessa, rifiutando di sottoporsi all' operazione al bacino, interessato da fratture complesse, dopo quello di laparotomia cui fu sottoposta d'urgenza domenica notte. I medici - anche con il sostegno di alcuni familiari -paziente, cercano di convincerla a sottoporsi all'operazione, decisiva per le sue future condizioni di salute, e nel frattempo di prendere tempo per trovare il modo di comunicarle la tragica verità.