domenica 28 dicembre 2014

Grecia, traghetto in fiamme: incendio sotto controllo, ma soccorsi restano difficili

Incubo in mezzo all'Adriatico: un traghetto della compagnia italiana "Vismar di Navigazione" con a bordo oltre 450 persone è in fiamme e alla deriva tra l'Albania e l'Italia dopo che un incendio sviluppatosi dal garage ha interessato diversi ponti della nave. Al momento l'incendio sarebbe stato isolato al ponte 5, anche se le fiamme continuano a vedersi anche a distanza.
Scialuppe in acqua alle prime ore del giorno - L'allarme è scattato nelle prime ore della mattina quando il traghetto si trovava ad una ventina di miglia dalle coste albanesi: le fiamme hanno cominciato a divorare tutto quel che incontravano sul loro percorso, costringendo il comandante a dichiarare l'abbandono della nave. 150 persone sono riuscite a mettersi in salvo a bordo delle scialuppe di salvataggio e successivamente sono stati trasferiti su un mercantile che si trovava nella zona e che ha raccolto l'allarme.

Navi dirottate in zona, ma condizioni meteo rendono difficili i soccorsi - Immediati sono scattati i soccorsi: dalla Grecia e dall'Italia sono partiti elicotteri e motovedette e sulla zona dell'incidente sono stati dirottati almeno una mezza dozzina di navi civili. Le operazioni per evacuare le centinaia di persone a bordo, però', sono rese molto difficili dalle pessime condizioni meteo: sia i mezzi in mare, sia gli elicotteri della Marina e dell'Aeronautica oltre al mare forza otto, con onde di 5 metri, hanno trovato in zona un violento temporale e una visibilità molto scarsa.

Una motovedetta delle Capitanerie di Porto è riuscita ad arrivare sotto bordo ma non ha potuto ancora iniziare le operazioni di evacuazione. Un elicottero è invece riuscito a portare in salvo 8 persone, di cui 3 bambini e 4 donne, che si trovano nella base dell'Aeronautica a Galatina (Lecce) assieme alla prima persona che era stata trasferita dalla nave, in italiano di 58 anni di origine albanese e che era rimasto ferito in modo lieve: sono state visitate dai medici e sembrano tutti in condizioni non preoccupanti, manifestando soltanto dei sintomi di ipotermia.

Un passeggero: "Le scarpe iniziavano a fondere" - "Le nostre scarpe avevano iniziato a fondersi mentre eravamo nella zona della reception". Lo ha raccontato alla tv greca Mega uno dei passeggeri tratti in salvo. L'incendio si è sviluppato nel garage dove c'erano circa 195 vetture. Versioni contrastanti sul numero delle persone a bordo: secondo le autorità di Atene, in tutto sul traghetto c'erano 478 persone, 268 di nazionalità greca. I membri dell'equipaggio sarebbero 56, 34 greci e 22 italiani.

Renzi: "Con Samaras seguiamo la vicenda" - Su quanto sta accadendo è intervenuto anche il premier italiano, Matteo Renzi. "Stiamo seguendo la vicenda del traghetto tra Grecia e Italia, in contatto con il premier Samaras e con il massimo coinvolgimento della nostra Marina", ha scritto il presidente del Consiglio su twitter.