martedì 26 aprile 2016

Schianto in scooter, Beatrice torna in passerella: «Lo faccio per papà»

«Ora sto meglio, fortuntamente, e così sono voluta ritornare. Papà mi accompagnava sempre ai concorsi, era appassionato come me: penso sia giusto continuare anche per lui, nel suo ricordo, che non mi lascia mai. Spero di arrivare in finale».

Le parole sono di Beatrice Bussanich, ventitreenne commessa di Conselve, che nei giorni scorsi, a poco più di quattro mesi dal terribile incidente nel quale perse la vita il padre Carlo e lei rimase seriamente ferita, è ritornata in passerella, quella di Miss Italia, conquistando con il quarto posto l'accesso alla fase regionale. «Mi piacciono la moda ed i concorsi che seguo da tempo - continua Beatrice seconda di tre figlie -. Papà era il primo ad accompagnarmi e a condividere le esperienze mettendoci tanta passione. A volte, se secondo lui il risultato non era giusto, se la prendeva, ma fa parte del gioco. Io in passerella, lui a seguire dalla platea». 
Lo scorso novembre Carlo, 56 anni, e Beatrice erano in scooter. Un'auto ha tagliato loro la strada: nell'inevitabile impatto lui è morto sul colpo, proteggendo la figlia seduta dietro. Beatrice, a causa di una lesione evidenziata successivamente, è stata rivoverata per settimane con una ridottissima mobilità.