mercoledì 13 aprile 2016

Renzi in diretta: "Se perdo il referendum sulle riforme vado a casa"

«La riforma è un gigantesco passo avanti, porta l'Italia nel futuro, è una delle grandi belle notizie di questa settimana, anzi di questi due anni. Son tutti colpiti che le stiamo facendo, sono talmente abituati al fatto che la politica non riesca a fare la sua parte che ora sono stupiti che la politica risolva questioni ferme da troppi anni».

«Già l'altra volta ho sottolineato l'importanza di stringere un pò sulle deleghe, di accelerare sulle deleghe, spero nelle prossime settimane di potervi dare qualche data più precisa per poter essere operativi sulle deleghe della buona scuola». Lo afferma il premier Matteo Renzi nel corso della diretta Twitter e Facebook #Matteorisponde.  Non c'è il rischio che il referendum sulla riforma costituzionale si trasformi in una consultazione pro o contro Renzi? «Il rischio c'è ma la riforma costituzionale deve essere votata sul Senato, sulle regioni, sul funzionamento della democrazia e non su di me. Poi io è chiaro che devo trarre le conseguenze se non ce la facciamo e vada a casa».   «Io penso che i numeri per vincere referendum sulle riforme ce li abbiamo, credo che il referendum d'ottobre lo vinciamo».

Libia
«La Libia non solo non l'abbandoniamo ma ieri Gentiloni si è recato a Tripoli, ha portato viveri e aiuti farmaceutici, ha incontrato Al Serraj e ha assicurato tutto l'impegno italiano per sostenere la Libia. Credo sia un segno evidente di quel che stiamo facendo».   Le entrate
«Prendo 5.500 euro al mese, il complessivo lordo credo sia 100mila o 105mila euro, lo metterò on-line. Un pò meno di un parlamentare, ma un ottimo stipendio. Oltre all'indennità c'è il grande onore di servire il proprio paese. È giusto che sia pubblico quello che prende il presidente del Consiglio».  Unioni civili
«Oggi in commissione credo sia stato votato l'articolo 2: se la settimana prossima si fa qualche notturna o al massimo quella successiva penso che entro il mese di aprile potremo firmare la legge sulle unioni civili. Sarà un gran giorno, di festa. Potremo firmare una legge che in tanti altri Paesi c'è e da noi non ancora prevista».  Banche
«Il fondo Atlante sarà la soluzione, lo vedremo nelle prossime ore e settimane».  Pubblico impiego
Con i provvedimenti Madia «si sono finalmente ridotti i comparti, ora possiamo iniziare la discussione sui rinnovi dei contratti».